menu EN
top_img

MURENE

Famiglia dei murenidi

La famiglia Muraenidae comprende svariate specie di pesci, noti in italiano con il nome di Murene e appartenenti all’ordine Anguilliformes.

 

 

 

La particolarità è la forma del corpo di questi pesci, simile a quella di un serpente, leggermente compresso ai lati e non ricoperto da scaglie. Non possiedono pinne pettorali e ventrali, ma la dorsale e anale si prolungano continuamente dalla testa alla coda; sul lato ventrale questa pinna è invece più corta. La testa è breve, ma molto sviluppata con denti grandi e acuminati, disposti in due file.

 

 

A questi animali per molto tempo si è erroneamente attribuito un atteggiamento minaccioso, per la loro continua apertura e chiusura della bocca. Ciò in realtà è necessario alle murene per respirare, siccome l’apertura branchiale è costituita da un solo foro, piccolo e posto dietro la testa. Molte specie hanno narici tubolari, simili a brevi tentacoli. Ha abitudini notturne e durante il giorno la si può osservare mentre esce dalla tana con la testa.

 

Misurano mediamente 120 cm, ma alcuni generi (Gymnothorax e Strophidon sathete) possono superare addirittura i 3 metri. 

 

All'Acquario di Livorno è possibile ammirare 4 specie di murene differenti. In particolare, un esemplare di murena verde ed uno di murena pettine all'interno della vasca che riproduce l'ambiente caraibico; altri esemplari di murena in una vasca della galleria mediterranea. 

 

 

Torna su

Murena mediterranea

Corpo cilindrico e compresso. Apertura boccale estesa oltre l’occhio. Narici laterali, spesso tubolari. Denti robusti, acuti o ottusi, disposti in una o più serie sulle mascelle e sul vomere. Aperture interne delle camere branchiali piccole. Mancano la lingua e le pinne pettorali.

 

 

Animale ad abitudini notturne, durante il giorno rimane all’interno delle tane. Si ciba di pesci e crostacei che cattura in prossimità della tana o negli stretti crepacci rocciosi. Si riproduce in estate deponendo uova di circa 5 mm di diametro, in inverno si sposta verso acque più profonde.

Torna su

Murena verde

La murena verde con la sua lunghezza superiore ai 2 metri, è una delle più grandi murene esistenti al mondo. Deve il suo nome alla particolare colorazione della pelle, in genere verde acceso, ma che può sfumare nel giallastro o nel marrone.

 

Vive nell’Oceano Atlantico, ma solo nella fascia tropicale. L’aspetto aggressivo che la contraddistingue, con la bocca che mostra sempre i denti, è dovuto invece ad un’esigenza fisiologica che tutte le murene hanno: per respirare infatti esse devono pompare acqua all’interno delle branchie attraverso la bocca, che tengono appunto semiaperta, perché non hanno opercolo per farlo.
 

Torna su

Murena pettine

La Muraena melanothis, detta murena pettine, vive in prossimità delle scogliere dove trova rifugio tra le rocce. Si tratta di una specie dal comportamento schivo che riesce a mimetizzarsi sfuggendo così ad eventuali predatori, a cui si rende invisibile anche nuotando parallelamente ai raggi solari.

Torna su

Murena stellata

Questa specie raggiunge una lunghezza massima di 70cm. Vive in acque poco profonde, dove si mimetizza in mezzo ai coralli alla ricerca di cibo. 

 

 

Torna su