menu EN
top_img

UN GIGANTE DEI MARI

Il pesce napoleone

Il pesce Napoleone (Cheilinus undulatus) è arrivato all'Acquario di Livorno ad Aprile 2012.

 

Appartiene alla famiglia dei Labridi e si caratterizza per la presenza sopra la testa di una “gobba” – una prominenza frontale globosa e irregolare – che si sviluppa con l’età e da cui prende il nome per la somiglianza con il cappello che era solito indossare Napoleone.

 

 

La livrea presenta uno sfondo variabile dall'azzurro al verde smeraldo, dal verde pisello al grigio rosato, screziato finemente da un reticolo di linee sottili giallognole che disegnando un labirinto su tutto il corpo e le pinne, ad eccezione della testa. La pinna caudale è orlata di chiaro. Le forme giovanili sono più chiare.


Si tratta del Labride di maggiori dimensioni e può misurare oltre 2 metri (fino ai 230 cm).

 

Specie tendenzialmente solitaria, stanziale, di abitudini diurne. Si addormenta fra i coralli durante la notte.
Si avvicina facilmente all'uomo.

 

Presente nella vasca Indo-Pacifico - che riproduce l'ambiente marino tropicale - assieme alla tartaruga verde Cuba, gli squali pinna nera, i pesci scorpione, i pesci pipistrello ed altri esemplari che popolano questi mari.
 

Torna su

Il pesce napoleone cambia sesso

In diverse specie animali avviene un cambio di sesso in modo spontaneo e naturale, in particolare nei pesci. A differenza del classico ermafrodita, in cui si presentano contemporaneamente caratteri maschili e femminili (ermafroditismo istantaneo), in queste specie avviene un cambiamento nel tempo, al raggiungimento di una certa età. Questo è detto ermafroditismo sequenziale, che a sua volta si suddivide in:

 

proterandrico, in cui l'individuo passa una prima fase della sua vita sessuale come maschio e la termina come femmina;


proteroginiche, in cui l'individuo passa una prima fase della sua vita sessuale come femmina e la termina come maschio;


alternante, in cui gli individui di una certa specie cambiano sesso più di una volta durante il loro ciclo vitale.

 

Un esempio di ermafrodita proteroginico sono i pesci del genere Anthias. Alcuni altri esempi di pesci che cambiano sesso sono: il pesce pappagallo, il pesce napoleone, la cernia e tanti altri. Anche nei molluschi bivalvi è molto comune la condizione proterandrica, ad esempio fra le ostriche.

 

Torna su