logo_acquario
menu Biglietti EN
top_img

La Galleria del Mediterraneo

La Galleria del Mediterraneo

La visita prosegue in una galleria dove una serie di vasche si susseguono, riproducendo la costa rocciosa del litorale ligure-tirrenico.
 
Un ambiente ricco di vita e di luce e dalle condizioni ambientali estreme dovute al moto ondoso. 

In questa galleria, il pubblico può osservare da vicino le strategie adottate degli animali per mimetizzarsi con l'ambiente in cui vivono, ancorarsi alle rocce colpite dalle onde e sopravvivere periodi di emersione dovuti alle maree. 

In questa sezione nello specifico, si trova la vasca "Orchestra del mare", la vasca dedicata alla posidonia ed una vasca dedicata al pesce povero. 



 

Torna su

Orchestra del mare

Sfruttando il termine giocoso, questa vasca ospita alcuni esemplari appartenenti alle specie che solitamente abitano alle profondità buie del nostro mare, dove la luce si fa fioca e la pressione dell'acqua è diversi kg/cm2. 

In questo ambiente estremo per l'uomo, vivono i pesci trombetta ed i pesci tamburo. 



Il pesce tamburo (Capro saper) è l'unica specie che appartiene alla famigla dei Caproidi. Vive su fondali fangosi fino a 600mt di profondità. La colorazione arancione è dovuta probabilmente all'alimentazione che è costituita per lo più da piccoli gamberetti di profondità. 

Il pesce trombetta (Macroraphosus scolapax) prende il nome dalla particolare forma della bocca che si allunga come una tromba per circa 1/3 del suo corpo. 

Torna su

Il Pesce povero

La sostenibilità delle risorse marine dipende dalle scelte del consumatore: alcuni stock ittici sono al collasso ormai perché sovrasfruttati. 

Con il termine "pesce povero" si indicano quelle specie non considerate dal mercato, ma di grande valore nutrizionale e sostenibili per l'ambiente. 

La salpa ad esempio (Sarpa salpa) - che nuota in questa vasca - è un animale dalle abitudini erbivore che vive in grossi banchi sui fondali rocciosi ed in zone con ricca crescita di alghe. E' appunto considerato dal mercato un "pesce povero", in realtà negli ultimi anni riscoperto per il suo buon valore nutrizionale e la sostenibilità ambientale. 

Torna su

La Posidonia

Nella galleria del Mediterraneo i visitatori potranno trovare una vasca che riproduce una piccola prateria di posidonia (Posidonia oceanica), pianta marina tipica del Mar Mediterraneo con un ruolo ecologico fondamentale per la protezione e la stabilizzazione delle coste dall'attività di erosione del mare. 



Le sue lunghe foglio rallentano infatti il moto ondoso; le sue radici ramificate invece consolidano i fondali. Agisce inoltre come nursery, ospitando diverse specie per la riproduzione ed offre riparo dai predatori a molte specie allo stato giovanile.

Ospiti di queste vasche sono specie quali, la castagnola comune e la castagnola rossa, pomodori e ricci di mare. In un’ampia vasca dedicata ad animali di tana, i visitatori possono ammirare la cernia bruna che nuota assieme ad esemplari di murene del Mediterraneo. 
 
In questa galleria è presente anche una vasca dedicata agli invertebrati, dell’ambiente coralligeno del Mar Mediterraneo. Si tratta di gorgonie appartenenti al genere Paramuricea ed Eunicella. Questi esemplari, spesso confusi con piante, sono dei veri e propri animali appartenenti al gruppo dei celenterati (meduse e coralli).  Vivono attaccate alle pareti, in colonie costituite da unità singole (polipi), e sono solite cibarsi di plancton trasportato dalle correnti. In vasca con loro i meravigliosi pesci trombetta (Macroramphosus scolopax) ed il pesce tamburo (Capros aper), specie di profondità dall’insolita forma.

Torna su